Statuto

Articolo 7

Dei Sacerdoti membri della Compagnia

 

Il Proposto del Capitolo della Cattedrale di San Miniato, è di diritto il Cappellano Magistrale della Storica Compagnia.

I Cappellani delle Magioni distaccate fuori dalla Diocesi di San Miniato sono nominati dall’Ordinario del luogo, dietro presentazione da parte dei confratelli e consorelle Cavalieri e Dame delle Magioni almeno di una terna di nominativi, previo parere del Consiglio dei Reggenti.

 

Articolo 8

Della Casa Madre o Magistrale e delle Magioni

 

1) La Storica Compagnia è posta sotto la giurisdizione del Vescovo di San Miniato e ne segue l’alta guida spirituale.

2) Resta confermata la sede Magistrale presso il Vescovado di San Miniato g.c. quale continuità storica dell’ Ordine del Magistero di Ugolino Grifoni con operatività Magistrale ed archivistica nella sede della Gran Cancelleria, presso il Vescovado di San Miniato g.c.

3) La costituzione di Magioni della Storica Compagnia in Diocesi diverse da quella di San Miniato sarà deliberata dal Consiglio dei Reggenti sentito il Vescovo di San Miniato e con il nulla-osta e benestare del Vescovo del luogo.

4) Le Magioni sono ospitate nelle sedi di fondazione e dipendono dalla casa madre per la concertazione dei programmi e delle nomine del Custode della Magione e dei confratelli Cavalieri.

 

 

 

 

Titolo III

ORGANI

 

Articolo 9

Del Governo della Compagnia

 

1) La Compagnia è governata da un Consiglio dei Reggenti che risiede presso il Sacro Palazzo del Vescovo di San Miniato ed ha giurisdizione su tutte le Magioni della Storica Compagnia.

 

Il Consiglio dei Reggenti è composto così come segue:

– Gran Cancelliere, con diritto di voto

– Alto Magistrato, con diritto di voto

– Custodi delle Magioni, con diritto di voto

– Elemosiniere, con diritto di voto

– Cerimoniere, con diritto di voto

– Custode della Compagnia, con diritto di voto

– Proposto del Capitolo della Cattedrale di San Miniato

– Presidente della Compagnia “Associazione Italiana Cavalieri del Tau Onlus” membro di

diritto, con potere di voto.

– i Vice Custodi, senza diritto di voto