San Salvatore – Villa di Poggio Adorno

L’originaria fattoria venne acquistata nel Settecento da Dionigio Vettori Guerrini, che la fece ristrutturare e riorganizzò il parco circostante. La villa signorile del Poggio Adorno , la quale probabilmente ebbe nome dalle folte selve che i colli intorno rivestono, risiede sul vertice di uno dei poggi che corrono paralleli alla riva destra dell’Arno e del canale dell’Usciana fra la Val di Nievole e la Valle inferiore dell’Arno. La casa inizialmente torrita di Poggio Adorno, è stata da qualche secolo convertita in  palazzo di campagna da dove si gode di un’ampia prospettiva sopra le due valli della Nievole e dell’Arno, appartiene con l’annessa tenuta alla famiglia patrizia dei conti Vettori, e prima di essa ai marchesi Gerini di Firenze. La distrutta chiesa di S. Salvatore a Rosajolo era compresa nell’antico pievanato di S. Pietro a Vigesimo , ora detto S. Pietro a Cappiano.